Giustizia Nuovail network della mediazione

La Mediazione - Il nostro regolamento

Mediazione

REGOLAMENTO DI PROCEDURA
DELL’ORGANISMO DI MEDIAZIONE
GIUSTIZIA NUOVA

ai  sensi  del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28
 e  del decreto 18 ottobre 2010, n. 180

 

Ambito di applicazione: Il presente regolamento si applica alle procedure di mediazione  esperite con l’organismo Giustizia Nuova  in tutte le sedi,  comunicate  al Ministero della Giustizia consultabili sul sito www.Giustizianuova.it.
Il regolamento si ispira ai principi di informalità, rapidità e riservatezza ed  é vietata l’iniziativa officiosa del procedimento.

Istanza: L’istanza può essere  singola o congiunta e va preferibilmente presentata  sui modelli approvati dal responsabile dell’organismo  e con le modalità  previste dal regolamento  scaricabili  dal sito. Eventuali istanze presentate su modulistica diversa verranno accettate, ma  l’organismo si riserva la facoltà di richiedere eventuale integrazione della domanda. E’ consentita sia la presentazione tradizionale che la trasmissione telematica dell’istanza di mediazione.

Durata: La procedura di mediazione ha una durata massima di 4 mesi che decorrono dal giorno del deposito dell’istanza presso una delle sedi  accreditate  o da quella dell’invio on-line con posta certificata, o da quella della presentazione di eventuale integrazione richiesta .

Nomina dei mediatori: Il mediatore è nominato da Giustizia Nuova tra quelli  accreditati dal Ministero della Giustizia  e pubblicati nell’elenco consultabile  sul sito  www.Giustizianuova.it . Il nominativo di ciascun mediatore è associato ad un link contenente:  il curriculum del mediatore,  un dettagliato profilo professionale e le eventuali  specializzazioni. Nelle controversie che richiedono specifiche competenze  tecniche, l’organismo si riserva di nominare uno o più mediatori ausiliari senza ulteriori spese aggiuntive per le parti  e quando  ciò non è possibile si riserva di nominare esperti iscritti negli albi dei consulenti presso i tribunali . Il compenso  dei consulenti nominati  sarà determinato dalle tariffe professionali se esistenti o diversamente sarà concordato con le parti ed il pagamento delle relative parcelle  non  rientra negli importi previsti in tabella.

Eventuale gradimento nella nomina dei mediatori: Nell’istanza di mediazione la parte può esprimere un gradimento nella nomina del mediatore. Detto gradimento verrà preso in considerazione solo se la parte chiamata non si opporrà a tale richiesta e compatibilmente con i criteri di terzietà, competenza, trasparenza, correttezza  e buona fede . L’organismo si riserva  per motivi di  organizzazione ed opportunità la facoltà  di nominare  un mediatore diverso da quello indicato  nell’istanza, al solo fine di facilitare la conciliazione tra le parti e nel rispetto della legge e del regolamento.

Eventuale esclusione della nomina dei mediatori: L’istante può escludere  dalla nomina  uno o più  mediatori   risultanti dall’elenco  dell’organismo, indicando   per iscritto le  eventuali ragioni  di opportunità dell’esclusione. L’organismo  nei tempi previsti, si riserva, anche , su  segnalazione delle parti,  nel corso del procedimento di mediazione,  di  sostituire il mediatore già nominato con  un altro   mediatore immediatamente disponibile.  

Luogo dove si svolge il procedimento: Il procedimento si svolge  in una delle sedi  dell’Organismo, comunicate al Ministero consultabili  sul sito  www.Giustizianuova.it  o in altra sede idonea e  consona, con il consenso delle parti,  del   mediatore nominato e del responsabile dell’organismo. 

Presenza delle parti: Alle persone fisiche è consigliato, conformemente a quanto previsto dalla legge, di presenziare personalmente agli incontri di mediazione . Per gravi  e giustificati motivi è possibile farsi rappresentare in una o più sedute  del procedimento da una o più persone di propria fiducia, munite di apposita delega scritta.
Alle persone giuridiche è richiesto di partecipare agli incontri di mediazione tramite un rappresentante o un delegato fornito dei necessari poteri per definire la controversia.

Assistenza delle parti: Ciascuna parte può farsi assistere da una o più persone di propria fiducia nel procedimento siano essi o meno professionisti.

Accesso agli atti: Ciascuna parte ha diritto, in caso di adesione al procedimento di mediazione, di accesso agli atti del relativo procedimento  che il responsabile, designato dall’organismo, è obbligato a custodire in apposito fascicolo,  anche telematico,  secondo le modalità di legge.

Riservatezza: Il procedimento di mediazione è coperto da riservatezza in tutte le sue fasi , e tutte le figure,  che  vi partecipano hanno obbligo di riservatezza rispetto alle dichiarazioni rese ed alle informazioni acquisite durante il medesimo procedimento. Tutti  sono tenuti al rispetto della legge e del regolamento.   

Proposta del mediatore nominato: Ai sensi dell’art. 11  d.lgs. 28/2010  il mediatore  nominato può formulare una proposta  con effetto di legge.

Credito d’imposta: Le somme corrisposte nel procedimento di mediazione costituiscono  credito d’imposta a norma di legge.

Efficacia esecutiva: Il verbale di accordo può essere omologato con decreto del Presidente del Tribunale competente ed in tal caso costituisce titolo esecutivo ai sensi di legge.

Indennità: Le indennità dovute dalle parti sono quelle previste dal d.lgs n. 180/2010 e dal presente regolamento. Nelle controversie che richiedono specifiche competenze, qualora l’organismo si avvalga di esperti iscritti negli albi dei consulenti presso i tribunali, il loro compenso verrà determinato secondo le tariffe professionali, se esistenti, o diversamente concordato con le parti e il pagamento delle relative parcelle non rientra negli importi previsti in tabella.

 

print   pdf

 

share on social facebook linkedin twitter

DOWNLOAD DOCUMENTI

 

SCEGLI LA SEDE

Seleziona la regione:

Seleziona la provincia:

Avvia una Mediazione

Scarica tutti i documenti necessari per
avviare una Mediazione con
Giustizia Nuova

Avvia un Arbitrato

Scarica tutti i documenti necessari per
avviare un Arbitrato

I nostri Corsi

Conosci di più sui Corsi in programma
presso il nostro Centro
di Formazione

Aderisci al Network

Scopri tutti i vantaggi di aderire al
Network della Conciliazione Giustizia
Nuova